Featured Piccoli Imprenditori

Cercare lavoro for dummies: l’invio del cv

13 febbraio 2017

Una delle cose più difficili che mi capita di fare in azienda è la ricerca di personale.

Le nostre ricerche vanno dall’operaio in linea, al manutentore elettromeccanico a figure più tecniche come può essere un tecnologo alimentare per la qualità. (Attualmente non abbiamo nessuna posizione aperta).

Capire una persona in 30 minuti è difficilissimo ed io sono profondamente incapace.

Vorrei però dare qualche consiglio a chi sta cercando, dal punto di vista di una piccola azienda, senza avere tuttavia la presunzione di essere uno specialista del personale. Vi racconterò solo le mie esperienze e cosa può aiutarvi.

Da qui l’idea di una serie di post con consigli semplici che possono migliorare la vita a chi cerca e a chi offre.

Il vostro colloquio comincia con l’invio del curriculum vitae

Come inviate il cv, se lo consegnate a mano, se lo spedite per mail, se lo date ad amici che lavorano nell’azienda, qualunque sia il metodo che scegliete, sappiate che quella sarà la prima fase della vostra selezione. Ancora prima di aver letto cosa avete scritto.

Esempi di comportamenti che vi faranno scartare in partenza?

  • Una mail scritta male.
    • Prima regola fondamentale: LE EMAIL SI FIRMANO SEMPRE. Io non devo andare a cercare il vostro indirizzo email nella speranza che ci sia il vostro nome/cognome.
    • Non usate indirizzi email ridicoli e/o non vostri. Una mail si crea in pochi secondi, è gratuita e non comporta particolari conoscenze informatiche. È semplice nome.cognome@domain.it. Niente cucciola@, powerranger@ o nomi inventati. Niente nomi di vostri figli/consorti. La mail è vostra e deve essere seria.
    • Le email non si scrivono tutto in MAIUSCOLO. Sia io che i miei collaboratori possiamo leggere tranquillamente anche se non ci urlate in faccia. Si, perché il maiuscolo vuol proprio dire quello.
    • Gli errori di ortografia/typo. Rileggete per favore quello che scrivete. Se vi candidate per una posizione che presenti una minima parte di controllo, con un errore siete già fuori.
    • La presentazione all’azienda sbagliata. Se mi scrivete “ho sempre sognato di lavorare in una riseria” io vi rispondo “ritenta sarai più fortunato”. Almeno qual è l’attività dell’azienda a cui mandate il cv la dovete sapere. Se no glissate, è più elegante.
    • No all’invio in massa. In settimana mi è arrivata un’email di un ragazzo che ha re-inoltrato la stessa email per decine e decine di volte. Senza mai cancellare le email sottostanti. Ecco, ma anche no.
    • Si alla presentazione, anche se breve. Non mandate MAI un curriculum come allegato senza scrivere due righe nella mail: finisce diretto nel cestino.
  • Una presentazione a mano mal fatta.
    • Non è una cattiva idea quella di provare a vedere di persona se l’azienda cerca, ma sappiate che il tempo è sempre poco e difficilmente vi sarà fatto un colloquio sul posto al momento. Questo non toglie che il tacco 12 e la minigonna-mantovana, a meno che non cerchiate un posto da cubista o da hostess, potete lasciarli nell’armadio. La regola è: vestitevi per il ruolo che volete. Se il colloquio è per un posto in banca, la giacca e cravatta è un must, se il lavoro è d’ufficio non a contatto con il pubblico, anche jeans e maglietta vanno bene.
    • Ricordatevi che se anche vi viene detto di lasciare il curriculum in buca, il video citofono è in agguato e qualcuno (verosimilmente la stessa persona che vi ha detto di lasciare il cv in buca) osserva la vostra reazione. Quindi evitate risposte seccate o gesti meno che signorili.
  • La raccomandazione.
    • Inutile negarlo, in Italia la raccomandazione va forte. Personalmente non le amo e anzi, quando qualcuno mi viene segnalato, deve impegnarsi il triplo di chiunque altro per convincermi ad essere preso. Quindi la segnalazione nel mio caso fa più male che bene. Ma il mondo è vario, a voi la scelta.

Come vedete non vi sto rivelando verità occulte, ma semplicemente regole di buona educazione e saper vivere, eppure vi assicuro che di errori simili ne vedo tutti i giorni.

Non vi lasciate cogliere impreparati.

Buona ricerca a tutti!

 

You Might Also Like